Giorgio La Malfa sul Corriere della Sera del 24 Novembre 2014: "L'alba di Mediobanca: così Cuccia sfidò l'ostilità di Einaudi"

di Giorgio La Malfa - 24/11/2014 - Economia
Giorgio La Malfa sul Corriere della Sera del 24 Novembre 2014: "L'alba di Mediobanca: così Cuccia sfidò l'ostilità di Einaudi"

Una lettera del 1947 mai pubblicata sostiene le ragioni dell'autonomia dell'istituto rispetto alle riserve del Governatore

«Ricordiamo che la Banca d'Italia non fece obiezioni su di noi...»

Mdiobanca fu costituita a Milano il 10 aprile 1946 con un capitale di un miliardo di lire sottoscritto dalle tre Banche di Interesse Nazionale (Bin): la Banca Commerciale, il Credito Italiano e il Banco di Roma.

Enrico Cuccia, che aveva allora 38 anni ed era condirettore centrale per l'estero della Comit, venne nominato direttore della nuova banca.

«In un momento in cui il nostro Paese muoveva i primi passi per uscire dal labirinto delle sue rovine disse Cuccia nella prima assemblea dei soci, che si tenne il 29 ottobre 1947  era sembrata essenziale per la ripresa economica italiana la creazione di un organismo che promuovesse la formazione di nuovo risparmio a media scadenza necessario a mettere le aziende produttive in condizioni finanziarie di equilibrio e che contribuisse a contenere le richieste delle aziende stesse all'impoverito settore, creditizio ordinario entro i limiti delle effettive esigenze a breve termine».

Cuccia aggiunse che «rinibativa dalla quale è sorto il nostro Istituto venne concretata nell'autunno del 1944, ma furono necessari oltreis mesi di laboriose pratiche per ottenere le indispensabili autorizzazioni».

Non spiegò quali fossero state le difficoltà incontrate.

Molti anni dopo, ricordando a Firenze Raffaele Mattioli nella sola occasione in tutta la suavita in cui....

http://aoload.com/ - http://benidilusso.com/ - http://pcwatchtv.com/ - http://siemensfreaks.com/