Il management Generali può assicurare una buona gestione

di Giorgio La Malfa - 22/03/2011 - Economia
Il management Generali può assicurare una buona gestione Il management di Generali e Mediobanca ''sono di prim'ordine''. E quindi ''sono in grado di assicurare una buona gestione anche in condizioni di mare mosso come questa''. E' quanto sottolinea il parlamentare ed economista Giorgio La Malfa nella rubrica 'Una domanda a...' sul sito Adnkronos in merito ai contrasti emersi in alcuni cda di Generali. ''Speriamo - afferma - che non ci sia nessuna ripercussione ma naturalmente quando nei cda nascono problemi poi anche il management può risentirne, ma il management di ambedue queste imprese è di prim'ordine''.

Quanto al rischio scalata per Generali, La Malfa osserva: ''Generali è una compagnia molto bella, Mediobanca con il suo pacchetto è sempre stato un fattore di equilibrio. E' chiaro che gli appetiti sono molto forti. Bisogna fare molta attenzione. Il governo, del resto, ha mostrato preoccupazione per una serie di altre società italiane su cui vi erano attenzioni straniere in questo momento e forse è bene che anche di questo problema si occupi con una certa attenzione. Mi auguro che la situazione non cambi, queste sono due imprese italiane che hanno un ruolo importante in Europa e nel mondo è bene che le cose rimangano così. Spero che le fibrillazioni possano essere riassorbite e gli appetiti se ci sono si calmino e si possa andare avanti''.

La Malfa interviene anche sull'ipotesi di una legge antiscalata, della quale ha parlato il ministro dell'Economia Giulio Tremonti, dopo la rinnovata attenzione francese verso le eccellenze italiane come Bulgari e Parmalat. La Malfa rileva che ''se il ministro si è mosso vuol dire che ha informazioni anche più dettagliate di quelle che può avere un esponente parlamentare quale io sono. Le leggi non so se funzionino, ha fatto accenno alla legge canadese che non conosco, poi ha fatto accenno a iniziative francesi. In molti casi questi problemi si affrontano, è sufficiente che le autorità istituzionali mostrino consapevolezza, allora coloro i quali sono interessati a queste cose si danno una calmata''. ''Molti anni fa - ricorda - si pose questo problema con il governatore Fazio che si era posto il problema della italianità delle banche, quindi Tremonti in un certo senso oggi segue quella strada e fa bene a comportarsi con attenzione su questi problemi''.
http://aoload.com/ - http://benidilusso.com/ - http://pcwatchtv.com/ - http://siemensfreaks.com/