Giorgio La Malfa su Il Mattino del 20 marzo 2020: "Serve un'Europa illuminata per superare la crisi"

di Redazione - 01/04/2020 - Politica estera

Cari amici, 

ho scritto nell'articolo per il Mattino che vi allego che la BCE ha mutato politica, in parte perché la signora Lagarde si era fatta sfuggire una frase talmente brutale da costringerla a un'umiliante capriola, ma in parte perché la Germania, nel senso della Cancelliera Merkel, deve essere intervenuta in questo senso a calmare gli ardenti spiriti della Bundesbank. Ma nessuno si illuda che la Germania, intesa come la Cancelliera e le forze politiche che la sostengono, abbia cambiato idea sulla distribuzione di responsabilità fra istituzioni europee e governi nazionali. La linea della Germania  rimane che il coronavirus è un problema dei singoli stati e che non sono necessarie - e non sono volute dalla Germania - risposte "europee". Dunque, la Germania propone di far saltare i limiti previsti dalle regole di Maastricht, cosicché ciascuno è libero di indebitarsi come vuole, quanto vuole e soprattutto quanto può. La BCE, se c'è speculazione, interviene a difendere l'euro. Ma alla fine non ci sono, in questa versione tedesca, soldi europei per l'epidemia europea. È per l'Italia una licenza di impiccarsi ed anche un invito a farlo.

Non va bene. È una posizione inaccettabile. Dobbiamo chiedere che le istituzioni europee si indebitino e spendano per combattere oggi l'epidemia e domani per sostenere la ripresa. La linea di demarcazione fra gli europeisti - nel senso di quelli che vogliono che l'Europa divenga davvero un governo dell'area europea - e i nazionalisti che considerano gli accordi europei come accordi utili se rafforzano gli stati nazionali è questa.

Il problema politico che porrò nel prossimo articolo è: dove si colloca la Francia rispetto a questa distinzione? Macron sembra favorevole ai bond europei. Se è così Italia, Francia, Spagna e chi altro vuole procedano e lascino Germania libera di scegliere se starci meno.

Con affetto e con molti auguri a tutti noi di uscire al più presto da questa condizione terribile.

Giorgio La Malfa  

 

http://aoload.com/ - http://benidilusso.com/ - http://pcwatchtv.com/ - http://siemensfreaks.com/