DA TRADURRE, rubrica di La Malfa su L’Espresso: "Nobile idea, illusione globale"-27 marzo 2014

di Giorgio La Malfa - 21/03/2014 - Politica estera
DA TRADURRE, rubrica di La Malfa su L’Espresso: "Nobile idea, illusione globale"-27 marzo 2014

Per gli interessati all'idea che il futuro della pace nel mondo dipenda dall'aumento del ruolo delle organizzazioni internazionali, segnalo un libro di grande interesse: Mark Mazower. "Governing the World. The History of an Idea" (Penguin Books, 2012). Mazower, professore di storia alla Columbia University, ripercorre dall'Ottocento in avanti i tentativi di creare istituzioni internazionali, e le speranze e delusioni che li hanno accompagnati.

L'embrione delle organizzazioni internazionali è il "concerto europeo" nato nel 1815 come reazione all`idea di Napoleone (e poi di Hitler) di riunire l'Europa sotto il dominio di un solo paese. Inghilterra, Austria, Prussia e Russia (e la Francia dopo la restaurazione) decidono di incontrarsi periodicamente per prevenire o risolvere i conflitti. Si trattava, scrisse nel 1818 un osservatore, di un fenomeno senza precedenti nella storia del mondo... un principio di unione generale, che unisce tutti gli Stati in un legame federale, sotto la guida delle cinque maggiori potenze. Alla fine della prima guerra mondiale emerse l'idea del presidente Wilson della Lega delle Nazioni.

Gli americani rinunciano all'isolazionismo,scrisse Lippmann, non per prendere parte agli intrighi della diplomazia, ma per internazionalizzare la politica mondiale, quanto all'Onu, fu Roosevelt nel '41 a coniare l’espressione Nazioni Unite.
Osservo Anthony Eden che forse era troppo pensare che gli americani intendessero stabilire sotto l'egida delle Nazioni Unite l'embrione delle organizzazione internazionale del futuro... ma conveniva seguirli nell`idea di farne una macchina operativa, Mazower è scettico sul valore attuale di questa idea, anche perché si manifesta sempre più un problema di legittimazione democratica delle istituzioni e delle burocrazie internazionali (che è poi il problema dell'Europa). E conclude amaro: L'idea di governare il mondo sta divenendo un sogno di ieri.

 

In allegato il pdf dell'articolo.

http://aoload.com/ - http://benidilusso.com/ - http://pcwatchtv.com/ - http://siemensfreaks.com/