Muore Raffaele Maiello, figura di spicco del Piccolo di Milano

di F.U.L.M. - 19/04/2013 - Politica interna
Muore Raffaele Maiello, figura di spicco del Piccolo di Milano

Daniela e Giorgio La Malfa e tutti gli amici della FULM salutano e ricordano Raffaele Maiello, grande amico della Fondazione Ugo La Malfa. 
 

Raffaele Maiello, nato a Firenze il 9. 4. 1934, regista italiano, giornalista, assistente per dieci anni di Giorgio Strehler al Piccolo Teatro di Milano, qui esordì come regista nel 1962 (Enrico IV di W. Shakespeare) e qui diresse altri importanti spettacoli (Unterdenlinden di R. Roversi; Marat-Sade di P. Weiss; L'Isola Purpurea di M. Bulgakov). Nel 1975 ha messo in scena con esito particolarmente positivo una personalissima versione di Nella giungla delle città di B. Brecht ed ha diretto il suo primo film (Non si scrive sui muri a Milano) con risultati più controversi". Ha collaborato con Elio Vittorini come consulente editoriale a "La Medusa" (1958 -1961) 
 
 
Come giornalista ha collaborato a "Il Mattino" di Firenze; "L'Avvenire d'Italia" di Bologna; "L'Ora" di Palermo; "Il Ponte di Firenze; "li Giornale dello Spettacolo"; "Liberal". Ha firmato numerosi servizi per le rubriche dei telegiornali RAI: "Tv7"; "Boomerang"; "Spazio sette"; "Stasera"; "Gulliver"; "Bella Italia"; "Odeon"; "Speciale Tg1". "Sabato out-Replay"; "Orizzonti della scienza"; "La fede oggi"; "Tam-Tam". Ha, inoltre ideato,. e curato per la RAI 15 puntate della rubrica "Sotto processo" (1970 -1971).  
 
Come regista teatrale ha firmato numerose regie fra le quali: "Enrico N" di Shakespeare (Piccolo Teatro di Milano, 1965); "Motivo di scandalo" di Osborne (Teatro Stabile di Trieste, 1966); "Patatine di contorno" di Wesker (piccolo Teatro di Milano, 1967); "Marat-Sade" di Weiss (Piccolo Teatro di Milano, 1968); "L'isola Purpurea" di Bulgakov (piccolo Teatro di Milano, 1969); "Nella giungla delle città" di Brecht (Teatro Uomo, 1975); "Tito Andronico" di Shakespeare (Teatro Uomo, 1976). 
 
Come regista cinematografico e televisivo ha firmato sceneggiatura e regia dei film: “Se scoppia la pace” prodotto dalla RAI (1974), “Il burattinaio” prodotto dalla RAI (1976), “Non si scrive sui muri a Milano”  presentato ai Festival di Venezia, Taormina e Melbourne (1975), “Vita di Antonio Gramsci” prodotto dalla FILMALPHA per conto della RAI (1980). 
 
Dal 1974 al 1983 è stato Presidente della Società cinematografica "COMUNICAZIONE" produttrice di numerosi film e telefilm, soprattutto per la RAI e per la Direzione Pubblicità ed Immagine del Gruppo FIAT, fra i quali: "Idillio" regia di N. Risi; "Storie dell'isola della luce" regia di F. Marotti; "Rally show" regia di V. Nevano; "I buchi neri dell'inconscio" regia di N. Risi; "Immagini 131" regia di V. Nevano; "Etiopia" regia di R. Maiello. 
 
Dal 1983 al 1987 ha vissuto in Francia ed ha collaborato al "Teatro dell'Europa" ed alla "Comèdie Francaise" per la quale, tra l'altro, ha scritto la commedia "Scaramouche" sulla vita dell'attore napoletano Tiberio Fiorilli. Ha inoltre collaborato con il Ministero della Cultura francese e con la Fondazione Pasolini in qualità di "consulente artistico ed organizzativo" alle manifestazioni (cinema, teatro, mostre, seminari) organizzate a Parigi in occasione del decimo anniversario della morte di P.P. Pasolini. E' stato corrispondente dalla Francia e dalla Germania del "TELECONFRONTO", mostra internazionale del Telefilm di Chianciano Terme. 
 
E' stato Consigliere di amministrazione e membro del Comitato di Gestione del "Festival dei due Mondi" di Spoleto (1990 -1996).  

E' stato Consigliere di amministrazione dell'ENTE CINEMA (1987 -1993) e Amministratore Unico di Cinecittà International (1993 -1995). 
http://aoload.com/ - http://benidilusso.com/ - http://pcwatchtv.com/ - http://siemensfreaks.com/