• Politica
  • 1952-2022: l’occasione mancata della CED

1952-2022: l’occasione mancata della CED

25 Maggio 2022

di Giovanni Farese

Settanta anni fa, il 27 maggio del 1952, veniva firmato a Parigi il Trattato istitutivo della Comunità Europea di Difesa, avente ad oggetto quella difesa comune di cui tanto si parla e che tanto sarebbe necessaria per il domani dell’Europa. I paesi firmatari – gli stessi che nell’anno precedente avevano dato vita alla Comunità Europea del Carbone e dell’Acciaio (CECA): Belgio, Francia, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi e Repubblica Federale Tedesca – condividevano, a pochi anni dalla tragedia della Seconda guerra mondiale, l’obiettivo di istituire una comunità di “carattere sopranazionale” con “istituzioni comuni, Forze armate comuni e un bilancio comune” (art. 1). La lettera di quel Trattato a cominciare dal primo articolo – e soprattutto lo spirito di esso, giacché molte delle condizioni sono da allora mutate – non può non sorprendere per la sua modernità, ma anche per il forte ritardo con cui se ne torna a parlare.

Del trattato, composto di 132 articoli e vari protocolli, si possono sottolineare tre aspetti.

Il primo è la visione di politica internazionale. La CED era pensata per costituire un momento dell’integrazione dell’Europa (allora solo occidentale) capace, nel contesto della Guerra fredda, di rafforzare la comunità dei paesi liberi e il legame […]

Vai all’articolo https://www.ilcommentopolitico.net/post/1952-2022-l-occasione-mancata-della-ced

Le ultime da Prima Pagina

Dopo la sentenza americana: il rischio del contagio
27 Giugno 2022
di Silvia Di Bartolomei La sentenza della Corte Suprema americana che abolisce il diritto federale all’aborto e autorizza ogni singolo Stato a disciplinare la materia, è esplosa venerdì 24 giugno con la forza di una bomba. Sebbene già annunciata con una
5xMille
27 Giugno 2022
Sostenere liberamente la Fondazione Ugo La Malfa onlus significa contribuire a: mantenere viva la storia del pensiero laico-democratico-repubblicano;conservare il patrimonio librario;proseguire la catalogazione dei volumi della nostra Biblioteca; delle riviste
Perchè il ruolo dell’Italia è determinante
27 Giugno 2022
di Giorgio La MalfaIl Mattino, 26 giugno 2022 Cari amici, penso da qualche tempo che l'invasione dell'Ucraina da parte della Russia abbia un obiettivo più ampio e cioè che essa punti a provocare una frattura in seno all'Europa fra i Paesi che considerano la
Francia, il rischio dell’ingovernabilità
24 Giugno 2022
Lettera d Parigidi l'Abate Galiani I risultati definitivi delle elezioni legislative e la frantumazione della rappresentanza parlamentare (pur non inattesa) formano oggetto, sin dal “day after”, di attoniti commenti e di analisi catastrofiste di tutti i co

Fondazione Ugo La Malfa

Via di Sant'Anna 13 - 00186 Roma
06 683 00 795 / 06 683 015 67
info@fulm.org