Cerca
palazzo_chigi

Forse il tempo è galantuomo

Il Commento Politico, 31 maggio 2021

Cari amici,

nel complesso il giudizio della stampa sul decreto semplificazioni varato venerdì dal governo  è pieno di riserve. In questo articolo del Commento politico abbiamo fatto riferimento a un articolo di Rizzo su Repubblica e a un’intervista a Cassese di Carlo Bertini su La Stampa che mettono in evidenza queste riserve. 

Per mesi ho insistito che il vero nodo del piano italiano è questo: se istituire un unico ente progettatore e esecutore o se affidarsi alla pluralità di amministrazioni pubbliche che progettano e eseguono le opere. Non si è creato, come avrei desiderato, un dibattito su queste due scelte. Nessuna forza politica, né alcun giornale, ha fatto propria questa tesi. E così il governo Conte ha potuto scegliere la strada della pluralità delle stazioni appaltanti senza neppure dovere spiegare il perché.

Questa strada, presa da Conte e confermata da Draghi,  produrrà – temo – inevitabilmente dei ritardi. Può darsi ed è comunque il mio auspicio che l’autorità di Draghi sia tale da indurre tutte le stazioni appaltanti” a funzionare alla perfezione o comunque da consentire al Presidente del Consiglio di sostituirsi agli enti inadempienti. Vedremo.

Molto cordialmente 
Giorgio La Malfa

Vai all’articolo https://www.ilcommentopolitico.net/post/forse-il-tempo-è-galantuomo

guarda anche