Cerca
d27cb9_980d19743e3e4494864f189a2c8444d0~mv2

L’UE e “l’altra Russia”

Lettera da Bruxelles
di Niccolò Rinaldi

Mai la cesura tra Russia e resto dell’Europa è stata così netta. Nessuna linea di collegamento pare reggere l’urto di un fronte che si avvicina e rende tanto drammatica quanto realistica la prospettiva di uno scontro diretto.

Uscita dal Consiglio d’Europa, la Russia presto potrebbe abbandonare perfino internet per chiudersi in un suo sistema solare, mentre le sanzioni creano un cordone quasi invalicabile a ogni relazione. Pare un miracolo che rimangano le relazioni diplomatiche, visto che gli altri “ambasciatori” – corrispondenti occidentali in Russia e magnati russi del calcio in Inghilterra, e addirittura le opere d’arte in prestito qua e là – abdicano o devono abdicare al loro ruolo di ponte. Non sentiremo più quei nomi curiosi delle squadre di calcio che giravano ai tempi dell’URSS – Dinamo o Lokomotiv – né ascolteremo più l’orchestra di San Pietroburgo. Mai, né ai tempi degli zar e neppure sotto l’URSS, Mosca è stata così irraggiungibile.

Il Cremlino paga i suoi errori dovendo abdicare alla sua appartenenza europea e non gli resta che vendersi per poco a Pechino, magari ribadendo la sua vocazione asiatica. Eppure, l’ossessione di Mosca per tenere Kiev sotto il suo diretto controllo, paradossalmente tradisce anche la volontà di restare con un piede quanto […]

Vai all’articolo https://www.ilcommentopolitico.net/post/l-ue-e-l-altra-russia

guarda anche